Studi di fattibilità

A differenza di una ricerca di mercato, più similarmente ad un business plan che viene spesso elaborato in concomitanza, uno studio di fattibilità consiste nel definire un progetto, un’opportunità o un problema in maniera chiara e nell’analizzare approfonditamente tutte le soluzioni possibili e la fattibilità dello stesso.

Lo studio può essere realizzato da un punto di vista prettamente tecnico o economico. Per completezza, è sempre consigliabile svilupparne uno che approfondisca tutti gli aspetti di un business ma che non sottovaluti aspetti in genere poco considerati da chi in seguito deve proporre soluzioni o consigli ad imprenditori o consigli di amministrazione per attuarne l’investimento.
  • tecnico, economico, giuridico, finanziario, fiscale;
  • ambientale, sociale ( occupazione, disoccupazione, formazione, istruzione ecc.), culturale, istituzionale programmatico ( piani di intervento governativi del Paese in merito al settore produttivo dell’investitore).
Fattori questi ultimi, proponibili e disponibili solo grazie ad una consolidata esperienza e una rete di conoscenze costruite nel tempo. Lo studio, generalmente, si basa su valutazioni e non su dati certi, per cui è di fondamentale importanza adottare criteri chiari e trasparenti per garantire risultati oggettivi. La capacità della mia attività consiste neò fornire un insieme di conclusioni e raccomandazioni che aiutino i “decision maker” ad orientarsi sulle strategie, le modalità e le priorità di sviluppo del progetto.