Le PMI per l'Africa

il 24 settembre 2015

Siamo portati, soprattutto in questi ultimi mesi, a vedere l’Africa come un grande crogiuolo di problemi, soprattutto perché consideriamo questo continente sottosviluppato. L’abbiamo conosciuto soprattutto a causa dei forti flussi migratori verso l’Europa, in fuga da guerre civili, disoccupazione e fame.

Leggi >>

Il Pil Italiano della speranza

il 18 settembre 2015

Mentre l’Ocse stima un Pil allo 0,7% nel 2015 (+0,1 rispetto a maggio) con una crescita minore nel 2016 (pari a un +1,3 e una flessione del -0,2 rispetto alle previsioni di prima dell’estate) e il Governo stima il Prodotto interno lordo al + 0,9 (+0,2)  per quest’anno con una stima prudenziale non quantificata per il 2016,

Leggi >>

Marcia indietro: c'è il reshoring

il 14 settembre 2015

E adesso si parla di “reshoring”. Non c’è una traduzione letterale dall’inglese, ma è un fenomeno che indica il ritorno delle imprese a produrre sul suolo nazionale, parola che ha il significato contrario di “offshoring”, che significa delocalizzare.

Leggi >>

L’imprenditorialità frenata

il 10 settembre 2015

Uno dei fiori all’occhiello dell’economia italiana è sempre stato l’imprenditorialità, il coraggio di mettersi in gioco, di aprirsi a nuovi mercati e soprattutto a creare impresa. In questi anni di crisi occupazionale l’alternativa è spesso stata quella di mettersi in proprio, ma i giovani italiani in questo campo non sono stati spesso timidi.

Leggi >>

Italia: calo disoccupazione e PIL leggermente in aumento

il 04 settembre 2015

Dopo tanti dati, tante discussioni, tante polemiche (queste non diminuiscono mai), si comincia a intravvedere qualcosa di diverso per il sistema Italia. Cala la disoccupazione, il Pil è in aumento (anche se di poco) con la previsione che a fine 2015 possa assestarsi al +0,7, la produzione industriale segnala un + 0,4 su base annua.

Leggi >>

Italia: la ripresa c'è

il 30 luglio 2015

Possiamo andare in vacanza un po’ più sereni? Leggendo il bollettino di luglio del Centro Studi di Confindustria ci sono motivi per rasserenarsi dopo le turbolenze degli ultimi mesi, complice anche la Grecia. Il succo del rapporto, di là dai numeri, è che la ripresa c’è, lenta ma costante e va sostenuta con riforme, taglio delle tasse e accrescimento della capacità competitiva sul mercato.

Leggi >>

Mercato del lavoro e competenze in Italia

il 28 luglio 2015

Competenza. Dovrebbe essere una parola magica, ma soltanto in alcune nazioni lo è. Un’inchiesta dell’Economist rivela che il 51% dei manager che sono zavorrati dalla mancanza di competenza creano problemi ai risultati della propria azienda.

Leggi >>

Italia: il Mezzogiorno insegue ancora

il 24 luglio 2015

Se l’Italia comincia a vedere la luce, è interessante valutare come all’interno dell’area geografica dello stivale si inseriscono le varie regioni e aree economiche. Una recente relazione della Banca d’Italia ci racconta che nel 2014 la prolungata contrazione del Pil nel Centro-Nord si è arrestata, mentre nel Mezzogiorno la flessione si è attenuata.

Leggi >>

Sale il PIL, cala la disoccupazione

il 20 luglio 2015

Si potrà non credere alla politica, ma i bollettini economici di Banca d’Italia rappresentano una traccia per accertare il presente e prefigurare il futuro. Dopo tante relazioni nere, finalmente ne arriva una che rasserena l’orizzonte della nostra economia. La Banca d’Italia, nella relazione economica diffusa alcuni giorni fa, ha cambiato le stime di crescita del Pil rispetto a gennaio, innalzandole alla soglia del + 0,7% per il 2015 (a gennaio erano del + 0,4) e del + 1,5% del 2016 rispetto al ...

Leggi >>

Italia-Iran si riapre un nuovo mercato

il 15 luglio 2015

Ci sono dei momenti nella storia del Mondo che possono essere considerati storici. Dopo 17 anni di grande freddo, Usa e Iran hanno raggiunto un accordo sul nucleare che apre scenari nuovi nella geopolitica, ma anche nell’economia.

Leggi >>