Sorpresa: la manifattura italiana è competitiva

il 10 gennaio 2015

In italia tra flebili segnali di balzi in avanti, sorprende un dato. La manifatturiera italiana, nonostante la crisi cominciata nel 2007, è super competitiva e le performances sono molto superiori a quelle di sette anni fa.

Leggi >>

L'oroscopo dell'economia mondiale: sorride l'America

il 06 gennaio 2015

L’oroscopo dell’economia mondiale per il 2015 non regala molti sorrisi. Almeno questa è l’opinione di Nouriel Roubini, docente alla New York University e tra gli economisti più ascoltati. Il suo report, inviato a corporation, governi e fondi d’investimento, racconta di una crescita del pianeta attorno al 3%, di poco superiore a quella del 2015, ma con un unico agente positivo: l’America. Sarà da sola a guidare la crescita, mentre negli altri Paesi del mondo la situazione sarà piena di ombre.

Leggi >>

La Lituania in Europa a pieno diritto

il 29 dicembre 2014

La Lituania, il primo gennaio del 2015 entrerà nell’ Eurozona. L’Euro infatti diventerà la moneta ufficiale per l’ultima delle Repubbliche baltiche che ha deciso di entrare a far parte, a tutti gli effetti, del mercato europeo.

Leggi >>

Verso l'anno dell'Expo

il 22 dicembre 2014

Dal 31 di dicembre mancheranno 120 giorni all’inaugurazione di Expo 2015 di Milano. L’esposizione internazionale, voluta con passione dall’Italia, è una grande opportunità per il nostro Paese, ma anche un rischio a causa delle infiltrazioni mafiose che, dove si convogliano soldi, possono trovare facile terra di corruzione.

Leggi >>

Se il Digitale fa crescere il PIL

il 19 dicembre 2014

La Confindustria prevede per il 2015 un aumento del Pil dello 0,5% e dell’1,1% nel 2016. Tuttavia questo benedetto Prodotto interno lordo deve essere costruito con politiche adeguate, con un’innovazione crescente che non può non passare dalla digitalizzazione del Paese, operazione imprescindibile se rapportata ai dati di crescita del G20.

Leggi >>

Le reti d'impresa: forza di un progetto

il 15 dicembre 2014

Tante volte si è scritto che bisogna fare rete. Per le imprese ciò vuole dire mettersi assieme, unire le forze, imporre al mercato una competitività più aggressiva. I dati statistici parlano chiaro: in Italia il totale delle imprese è del 46% superiore a quello della Francia e del 67% a quello della Germania, ma il valore aggiunto è solo il 44% di quello tedesco e il 71% di quello francese.

Leggi >>

I piccoli segnali dell'auto

il 05 dicembre 2014

Quando sette anni fa ebbe inizio la crisi, i primi segnali dello spegnersi della luce arrivarono proprio dal mercato dell’auto, che da allora non è mai più riuscito a riprendersi.

Leggi >>

La doppia faccia delle PMI

il 02 dicembre 2014

L’economia italiana è monitorata costantemente e diverse sono le indagini che spiegano la reale salute dell’Italia.

Leggi >>

Il Pil a zero è una buona notizia

il 28 novembre 2014

Basta una luce per creare speranza. Succede sempre così quando l’economia stagna e i report delle imprese precipitano al ribasso. Ma l’ultimo bollettino “Congiuntura Flash” del Centro Studi di Confindustria regala gocce di prudente ottimismo: “Gli indicatori fin qui disponibili suggeriscono una variazione nulla: sarebbe una buona base di ripartenza a inizio 2015”.

Leggi >>

Nativi digitali: il vento dell'impresa

il 24 novembre 2014

L’economia sembra ingessata, senza slanci, più che altro in difesa e priva di sguardi verso il futuro. Sembra. E vi spieghiamo perché. Nel primo semestre del 2014 sono nate 90.200 nuove imprese: il 24 % opera di giovani meno che trentenni e un ulteriore 17% di 30-35enni.

Leggi >>