Se la Cina finanzia...

il 17 febbraio 2015

Sino a qualche anno fa la Cina, quando cercava di investire oltre i suoi confini, era considerata soltanto come un’economia di Stato all’assalto delle migliori opportunità.

Leggi >>

Lo 0,1 che porta speranza

il 13 febbraio 2015

Se si dovesse misurare in un grafico l’aumento della produzione industriale su base annua, pari allo 0,1, ci vorrebbe una lente d’ingrandimento per vederlo.

Leggi >>

La ricetta per il nord-est

il 06 febbraio 2015

Quando si dice Nord-Est, s’intende quell’area geografica dell’Italia che a cavallo tra gli anni 80 e 90 era diventata la locomotiva dell’economia italiana, spinta da un capitalismo familiare che non aveva necessità di battere concorrenza alcuna perché poteva contare sul basso costo del lavoro e sulla valuta debole,

Leggi >>

La ricetta per il nord-est

il 06 febbraio 2015

Quando si dice Nord-Est, s’intende quell’area geografica dell’Italia che a cavallo tra gli anni 80 e 90 era diventata la locomotiva dell’economia italiana, spinta da un capitalismo familiare che non aveva necessità di battere concorrenza alcuna perché poteva contare sul basso costo del lavoro e sulla valuta debole,

Leggi >>

Consumatori e imprese: sale la fiducia

il 02 febbraio 2015

Se il buongiorno si vede dal mattino…Serve anche un proverbio della tradizione per far crescere le speranze degli italiani che, nel 2015, si stanno risvegliando nel segno di un flebile, ma importante, ottimismo

Leggi >>

Province industriali: Italia batte Germania

il 27 gennaio 2015

Quante volte abbiamo guardato alla Germania come un modello, e con un po’ d’invidia, riconoscendole lo status di potenza industriale d’avanguardia e meno sprofondata nella crisi che ha sconvolto il mondo in questi anni.

Leggi >>

In calo l'intraprendenza imprenditoriale

il 22 gennaio 2015

Con 3,6 milioni di italiani che non cercano lavoro, perché sfiduciati, disorientati o soltanto impauriti, le prospettive dell’Italia restano buie. I morsi di una crisi pesante hanno frenato la voglia di competitività che aveva fatto da molla al boom del nostro Paese negli Anni 60.

Leggi >>

Il petrolio in saldo: una manna

il 19 gennaio 2015

Il prezzo del petrolio, in circa sei mesi, è passato dai 105 dollari al barile ai 48 attuali: un ribasso pari al 50 per cento. I riflessi sull’economia Europea, e di conseguenza italiana, sono stati importanti anche perché accompagnati dal deprezzamento dell’euro.

Leggi >>

L'utlima arma: il Quantitative easing

il 17 gennaio 2015

In questi giorni l’Europa è appesa a una sigla “Qe”. Significa “Quantitative easing”, che in italiano si può tradurre in “alleggerimento quantitativo”,

Leggi >>

I distretti tra record e timori

il 13 gennaio 2015

Per il diciannovesimo trimestre consecutivo le esportazioni dei distretti italiani sono in aumento con 21,5 miliardi di euro e nei primi nove mesi del 2014 i ricavi sono saliti a 61,4 miliardi, un massimo record mai raggiunto.

Leggi >>