Europa...Vecchio Scarpone.

in Estero, Politica internazionale, Società, Unione Europea, Democrazia
il 13 febbraio 2019

Scrissi nel 2016 queste righe...ancora troppo attuali e manca poco ad una tornata elettorale che, forse, potrebbe cambiare identità all'unione Europea.

Il 25 marzo del 1957, nel secolo scorso, alcuni uomini politici ebbero il coraggio di guardare lontano facendosi avvolgere da emozioni costruttive, certi avrebbero tracciato la strada per un futuro umano e comunitario migliore. Di anni ne sono trascorsi, e con essi, governi succeduti, imponenti figure di statisti sostituite da comparse mediatiche ...

Leggi >>

L'Islam continua ad avanzare, paradossalmente la Germania gli facilita la strada.

in Estero, Politica internazionale, Globalizzazione, Islam, Unione Europea, Democrazia
il 14 gennaio 2019

E' atroce e per certi versi, paradossale, pensare ad un Paese membro dell'Unione Europea come la Germania, quale agevolatore di leggi in netto contrasto e spirito con i principi di democrazia identitaria e libertà dell'individuo. Ma fatto ancor più grave, l'approvazione di leggi come quella riguardante "i matrimoni precoci", spiana la strada per una tangible ingerenza della Legge Islamica nel sistema giuridico tedesco, avanposto di altri sistemi. Quello di cui scrivo, è una notizia resa...

Leggi >>

Tra le nuove aree d'investimento mondiali spicca il Rwanda. Inaspettatamente interessante. Da valutare.

in Businness, Economia, Estero, Politica internazionale, Politica industriale, Globalizzazione, PMI, Internazionalizzazione, Politiche sociali, No Profit
il 11 gennaio 2019

Strategicamente, Russi e Cinesi in Africa,  la stanno facendo da padroni al tavolo degli investimenti. Gli occidentali ancora tentennano, forse troppo. Tra i molti Paesi oggetto d'attenzione, escludendo quelli a nord, uno, in particolare, offre scenari interessanti : il Rwanda. Certo, il nome, evoca ai più uno storico genocidio e dramma umanitario, ma la storia non si ferma, evolve e, alcune volte lo fa, sorprendendo per la capacità di ridefinizione di ciò che prima era solo negativo. Ho...

Leggi >>

I migranti prigionieri sull'isola dei granchi in Australia.

in Politica internazionale, Società, Politiche sociali, No Profit
il 30 luglio 2018

“Da quando sono su quest'isola ho osservato con orrore il rispetto per la vita umana sparire rapidamente“
Abbiamo sempre poco tempo per suscitarci riflessioni importanti, troppo invece, per suggellarci di un'indifferenza sociale mai così limitata. Troppi problemi nostri per occuparci degli altri ( può essere, crisi economica, disoccupazione, criminalità ecc.) ...ma non proibiamo l'umana e legittima speranza, soprattutto con la forza della violenza e soppressione. Umani, non bestie. Visitai...

Leggi >>

Facendo scegliere al cuore dove mettere il nostro denaro...

in Businness, Economia, Estero, Politica internazionale, Politica industriale, Ambiente, Risorse Umane, Globalizzazione, Società, Internazionalizzazione, Politiche sociali, Giovani, No Profit
il 28 luglio 2018

Un mondo svenduto a pochi. Valori, tradizioni, professioni, identità, sgretolate lentamente con l'avanzare della "globalizzazione". Erano gli ultimi anni del XX secolo. L'arroganza della corrotta politica mise in vetrina, in bella mostra, il forte impulso ai commerci, incoraggiò la produttività e fece diminuire molti prezzi, sotto l'ombrello di questa fase economica. Ma, sull'altro piatto della bilancia, quello tenuto volutamente in ombra (anche per incapcità di gestirne le correzioni) vi...

Leggi >>

Europa dell'Est... Ingratitudine inquietante.

in Internazionalizzazione, Politiche sociali, Businness, Economia, Estero, Politica internazionale, Globalizzazione, Società
il 22 ottobre 2017

E' un sentimento strisciante, sottorraneo, ancora non percepibile in tutta la sua forza. Eppure è concreto, chiamasi ingratitudine. Noi, cittadini europei orgoliosi della nostra storia, anche se col passare del tempo qualche pentimento riaffiora, gli inizi del nuovo secolo li abbiamo ben presenti. Il macigno della crisi economica e d'identità nazionalistica, con la sua cultura, tradizione e ideologia, non era che semplice discussione accademica. Il fenomeno immigrazione, solo di piccola entità, ...

Leggi >>

Per lo stratega russo i guai iniziano a casa propria. I giovani in fermento per il controllo della democrazia reale.

in Estero, Politica internazionale, Globalizzazione, Società, Giovani
il 26 marzo 2017

Da qualche settimana gli osservatori internazionali riportavano rumors sempre più consistenti circa un malcontento generale, anche se semi silenzioso, dei cittadini moscoviti ma in generale russi. Nonostante il Presidente della Federazione Russa Vladimir Putin abbia occupato intere pagine dei principali quotidiani internazionali, media inclusi, dalla vicenda della Crimea/Ucraina in poi, non è riusicito in casa propria a far passare in secondo piano il forte rallentamento dell'economia, una...

Leggi >>

Un mondo orfano di leaders. Cercasi disperatamente politiche per un progresso equo, sicuro e vivibile.

in Estero, Politica internazionale, Globalizzazione, Società
il 24 marzo 2017

Mi chiedo da cittadino del mondo a cosa abbiano pensato (una risposta me la sono anche data), i vari politici mondiali negli ultimi venti anni, azzardando un periodo congruo. Hanno saputo magistralmente  utilizzare tematiche come : ambiente, progresso, tecnologia, lavoro, diritti ma soprattutto una in particolare ” globalizzazione”.  Mentre si riempivano la bocca di temi eccellenti, rendendoli accattivanti all’elettorato, hanno lasciato che tutto questo citato...

Leggi >>

Turbolenze Geo-politiche-sociali-economiche per un mondo globale da riparare.

in Businness, Economia, Estero, Politica internazionale, Politica industriale, Globalizzazione, Società, Internazionalizzazione, Politiche sociali
il 16 gennaio 2017

Da uno scantinato, come dall'ufficio più lussuoso di Hong Kong; da un semplice smartphone a Kinshasa o da un super tablet nella city, ciò che si deduce scorrendo i fiumi di inchiostro  su temi di politica economica e sociale, sono parole come : incertezza, caos, fallimento parziale o totale, (dipende dalla visione politica) della gestione ventennale dell'ordine mondiale. Ad accendere i fuochi pirotecnici nelle ultime ore su tali argomenti, un signore settantenne,...

Leggi >>

Dietro lo storico successo di Trump : giovani, social e strategie orizzontali.

in Estero, Politica internazionale, Social, Giovani
il 03 dicembre 2016

L'istrione Trump ha mostrato di abbracciare la classe media americana, snobbata dalla sua rivale sin quasi alla fine della corsa, mentre nelle retrovie del comando erano i giovani elettori ad esser preda di una abile e pianificata strategia. Artefice di questo storico risultato appare sempre più il giovane genero Jared Kushner. Così, un settantenne, intraprendente magnate, mentre mostra con fierezza il suo carattere autorevole si convince che un giovane trentacinquenne potrebbe esser la mossa...

Leggi >>